RSS

Cuori di pietra

Il suo aspetto complessivo non si presentava particolarmente affascinante, in estate specialmente, quando il sole lo inaridiva, sfocandogli attorno tutti i colori più vivaci.
Sì è vero che le rughe apparivano meno marcate e i cespugli intorno gli si imbiondivano e i suoi riflessi assumevano tinte particolarmente splendenti con colorazioni tendenti al metallizzato, ma diveniva così, meno seducente, agli occhi di lei, l’attrazione che il tempo clemente, dona.
Lui era consapevole da sempre di ogni sua microscopica, silenziosa, trasformazione, assordante, macroscopica per i suoi sensi acuiti da secoli di esperienza solinga.
La osservava immobile e compiaciuto.
Era splendida!
Lei, altezzosa, dalla posizione di privilegio di cui godeva, fortuito, casuale, all’ombra di fusti secolari, protetta e riparata dalle intemperie invernali, rinfrescata da un rivolo benefico.
Liscia, senza crepe evidenti, alloggio di mille esseri frenetici, adagiata languidamente tra muschi profumati.
Anche con lei il tempo e la natura erano stati generosamente benevoli inventandole un percorso per quel rigagnolo tortuoso che la lambiva e una correntella sinuosa tra i fusti, atta a nettarla da occasionali impurità.
L’uno di fronte all’altra.
Pochi metri li separavano eternamente e li rendevano profondamente diversi.
Una diversità che aveva consolidato il loro legame affettivo.
Avevano imparato a conoscersi, a riconoscere ogni mutamento dei sentimenti, tumultuosi, frenetici nella loro eternità: gioia, disappunto, gelosia, compiacimento, amarezza, si susseguivano costantemente ad ogni cambio di stagione.
Lui accoglieva felice le ragazze che lo trovavano subito comodo e adatto, per forma e posizione, alla loro tintarella.
Lei inorridiva di gelosia e invidia quando le fanciulle vi adagiavano il loro corpo molle pronte ai sussulti dell’amplesso e si indispettiva quando a lei riservavano le loro urine, favoriti dalla sua posizione leggermente appartata.
Gioiva lui, quando accoglieva un bimbo stanco di una giornata di giochi ed eccitanti esplorazioni.
Finita l’estate, ancora in solitaria compagnia.

©tener1

Tratto da Zicchi Zocchi
Annunci
 

2 risposte a “Cuori di pietra

  1. Enrico * Munaretto (@ilbieco)

    11 gennaio 2012 at 10:34

    Sublime! Mi piace questo tuo spostare i punti di vista.

     
    • tener1

      11 gennaio 2012 at 11:58

      Grazie Enri, erano esercitazioni 🙂

       

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Free Animals, Loved & Respected

There are no words to justify the extermination Animal

ANDREA GRUCCIA

Per informazioni - Andreagruccia@libero.it

pensierifusi

Un posto dove scrivere

catepat07

Dare spazio alle idee cinema, letteratura e televisione

PATHOS ANTINOMIA

TEATRO CULTURA ARTE STORIA MUSICA ... e quant'altro ...

Dopo le colonne d'Ercole

Ogni tanto mi fermo e scrivo. Punto.

In Parte Me

" Fai della vita la tua forma d'arte, che ogni attimo possa diventar verso ed ogni giorno pagina." Questa è la mia arte. Questa è la mia storia. Questa è la mia vita. Almeno in 'parte'...

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Una webcam sempre accesa nella stanza di Calipso

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

Martina's World Wide Web

A world always under costruction...

Ohmarydarlingblog

Un volo di farfalle

losfogolinguistico

Just another WordPress.com site

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Moda Gégè

C'est génial

Bookolico

Leggi, ovunque, quando vuoi.

A crescere come si fa

"Con tutto quello che succede in una vita come questa, forse è meglio se la strada non è proprio quella giusta".

pensieridatergo

Just another WordPress.com site

tuttacronaca

un occhio a quello che accade

Andrea T. (un po' come Melissa P.)

Tutto quello che leggete in questo blog è opera di pura fantasia e tutta la mia fantasia è protetta dal Copyright.

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Laboratorio Romanzo

condivisione di un primo capitolo in progress

come foglie al vento

Del passato conservo solo i ricordi

lpado.blog

Un Blog francamente superfluo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: