RSS

Bari – Palermo 4 a 2

L’unione mia con Ennio, quando gioca il Palermo è deleteria, ma ci ostiniamo a non credere alle superstizioni e la prendiamo regolarmente in culo. Ieri poi, contro il Bari ci siamo arrischiati – con sprezzante stupido menefreghismo – a riunirci a casa di Bepi. Bepi è nato a Bari e tifa Bari, ma noi dovevamo deriderlo con un zerotre o unotre al massimo, infatti noi tre (c’era pure Antonio) contro Bepi rappresentavamo il risultato finale della partita:

Bari 1 Palermo 3.

Col cazzo!

Sono arrivato a casa di Bepi per ultimo e già i cori di Antonio ed Ennio si sentivano dalle scale:

FORZAPALERMOALEAOFORZAPALERMOALEAO“, conciati da ultras con strisce rosanero in viso, sciarpe rosanero, cappellini rosanero ed in fronte, Ennio portava la scritta BARI ed Antonio la scritta MERDA.

Bepi sciarpa quadrettata biancorosso. Tutti e tre saltellanti come scemi, mancava il quarto scemo: io.

Inizia la partita e dopo sei minuti perdevamo due a zero. Poi la rimonta e poi il tracollo. Risultato finale Bari batte Palermo quattro a due (lo scrivo a lettere ché è meno doloroso).

Bepi, per farsi odiare dal mondo palermitano al completo, telefona sornione a mio genero, a mio figlio, ai suoi due figli e ad un amico che per sua fortuna non ha potuto partecipare allo scempio, raggiungendo con pochi scatti il suo obbiettivo: ODIO VELENOSO DAL MONDO PALERMITANO.

Andiamo a cena e per annegare il dolore ci immergiamo fisicamente nel vino. Palermitani con barese compreso. Non siamo ubriachi perché tra una bottiglia e l’altra qualcosa abbiamo mangiato, forse più di qualcosa, diciamo il necessario per un piccolo condominio. Dolce, caffè, amaro e via in auto per il rientro ciascuno con la propria metà. Sì le rispettive gentili consorti erano con noi ma ininfluenti.

All’imbocco dello scorrimento mi ferma una pattuglia dei carabinieri.

  • Favorisca i documenti, patente e libretto!

Mi fa.

Io favorisco i documenti, patente e libretto.

  • Signore si accomodi dobbiamo fare il palloncino!

Mi fa.

“Sono fregato!”, penso ma non lo dico.

Soffio, ed il palloncino grida ubriaco: “Ma che cazzo ti sei bevuto la cantina sociale?”

“Questi mi sbattono in galera e buttano le chiavi!”, penso ma non lo dico.

  • Signore lei non può guidare, dobbiamo procedere con la reclusione, la portiamo in centrale.
  • Ma come, mi arrestate? Io sono una brava persona, un onesto lavoratore, non ho mai fatto male a nessuno, non potete arrestarmi per un bicchiere di vino!

Piango inutilmente.

  • E questo è il guaio, signore.

Mi fa.

  • Se lei non ha fatto mai niente, nessun reato, l’ergastolo non glielo toglie nessuno.
  • Ma come, devo essere un criminale perché mi lasciate tornare a casa tranquillo?
  • E certo, che si crede che lasciamo andare le persone oneste? Ma dove vive caro il mio signore, se lei è pulito la dobbiamo sbattere in galera.
  • Ma… ma… io veramente…
  • Lei ha mai rubato? Le voglio venire incontro.
  • Io? Mai in vita mia…
  • Allora ci deve seguire.
  • No aspetti, veramente… sì sì sì ho rubato… da ragazzo ho rubato i dischi alla UPIM.
  • Non mi faccia ridere, per qualche disco… non basta, ci vuole qualche cosa di grosso, che so io, una bella rapina a mano armata, meglio col morto… lei ha mai ucciso qualcuno?
  • Faccio strage di zanzare io, sono terribile, le stermino a quintali.
  • Signore, non ci faccia perdere tempo, se non mi ha ucciso manco un essere umano non posso aiutarla.
  • Ma ho rubato, non basta?
  • Ci vogliono miliardi, lei evade le tasse per miliardi?
  • Cazzo cazzo cazzo – interviene mia moglie – te l’avevo detto di non pagare il canone RAI.
  • Signora non basta, ci vogliono i miliardi non queste sciocchezze. Ha mai avvelenato qualcuno suo marito? Che so, ha mai avuto una industria chimica o un ristorante?
  • Da ragazzo ho lavorato in un lido al mare e c’era pure la cucina, sa facevamo le arancine.
  • Lei ci sta facendo perdere tempo signore, è proprio un ingenuo, mi dispiace dobbiamo arrestarla.

©tener1

Annunci
 

2 risposte a “Bari – Palermo 4 a 2

  1. tener1

    7 settembre 2011 at 17:18

    Ho aggiunto la foto dell’Husky di Bepi, anche il cane tifa Palermo ma ha vinto il padrone quella volta 🙂

     
  2. Sonja A.

    6 settembre 2011 at 20:21

    Da brava tifosa di calcio (non dico la squadra, forse già l’avrai capito dal twibbon), mi sono fatta coinvolgere dalla descrizione del gruppo ultrà casalingo, per poi farmi prendere dalla rabbia leggendo il dialogo con il carabiniere. Visto quello che ho passato sabato notte, il mio risentimento ci sta tutto. Se rubi un pollo o bevi un bicchiere di vino di troppo, ci vanno giù duro. Se fai cagate su cagate ed hai le spalle coperte, domani sei già fuori.
    Giustizia di m****. -.-

     

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Free Animals, Loved & Respected

There are no words to justify the extermination Animal

ANDREA GRUCCIA

Per informazioni - Andreagruccia@libero.it

pensierifusi

Un posto dove scrivere

catepat07

Dare spazio alle idee cinema, letteratura e televisione

PATHOS ANTINOMIA

TEATRO CULTURA ARTE STORIA MUSICA ... e quant'altro ...

Dopo le colonne d'Ercole

Ogni tanto mi fermo e scrivo. Punto.

In Parte Me

" Fai della vita la tua forma d'arte, che ogni attimo possa diventar verso ed ogni giorno pagina." Questa è la mia arte. Questa è la mia storia. Questa è la mia vita. Almeno in 'parte'...

♥ melodiestonate ♥

Un blog da leggere... .Per chi ha tempo da perdere...♥

Una webcam sempre accesa nella stanza di Calipso

Trent'anni e una vita che non vedo. Allora la metto a nudo, completamente, me stessa e la mia vita, in ogni suo piccolo, vergognoso, imperativo dettaglio, come se avessi una web cam sempre accesa puntata addosso. Svendermi per punirmi e per rivelarmi completamente al mondo, svelare le mie inadempienze come la laurea che non riesco a prendere e i kili da perdere, nella speranza che sia il mondo a vedere quel che io non vedo in me. Un esperimento che sarà accompagnato da foto e cronache dettagliate e che durerà un anno, il 2013 dei miei 30'anni. Se il mondo non vedrà niente neanche così, chiuderò tutto....

Martina's World Wide Web

A world always under costruction...

Ohmarydarlingblog

Un volo di farfalle

losfogolinguistico

Just another WordPress.com site

Al di là del Buco

Verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi

Moda Gégè

C'est génial

Bookolico

Leggi, ovunque, quando vuoi.

A crescere come si fa

"Con tutto quello che succede in una vita come questa, forse è meglio se la strada non è proprio quella giusta".

pensieridatergo

Just another WordPress.com site

tuttacronaca

un occhio a quello che accade

Andrea T. (un po' come Melissa P.)

Tutto quello che leggete in questo blog è opera di pura fantasia e tutta la mia fantasia è protetta dal Copyright.

manginobrioches

Il cuore ha più stanze d'un casino

Laboratorio Romanzo

condivisione di un primo capitolo in progress

come foglie al vento

Del passato conservo solo i ricordi

lpado.blog

Un Blog francamente superfluo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: